Cerca nel sito...
Perché il mondo esiste?
Jim Holt 
Perché il mondo esiste?
Jim Holt

Categoria: Sapere

Tags: detective, esistenza, filosofia, indagine, mondo, pensiero, Scienza, storia

Formato: brossura con alette
Pagine: 336

per la versione libro
Prezzo: 16,00
per la versione eBook
Prezzo: 7,99

Descrizione prodotto

Una detective-story filosofica

Perché esiste il mondo, e perché ne facciamo parte? Perché c’è qualcosa anziché il nulla? Da secoli se lo chiedono in tanti, tra filosofi e scienziati, teologi e scrittori, ed è sorprendente scoprire quanto singolare, articolata e avvincente si possa rivelare, ai nostri giorni, una ricerca che prende le mosse da un interrogativo così semplice e potente; una vera e propria indagine, personale ed emozionante, condotta come una detective-story da un brillante divulgatore scientifico con un debole per i grandi misteri dell’esistenza.

In Perché il mondo esiste? Jim Holt indossa i panni del segugio cosmico e interroga, punzecchia, mette alle strette (o ascolta, rapito e incredulo) una schiera di intellettuali di rango assoluto: Nobel per la fisica come Steven Weinberg, giganti della letteratura contemporanea come John Updike, matematici innamorati delle forme platoniche come Roger Penrose, teorici del multiverso e della realtà virtuale. Ogni colloquio è un viaggio in mondi nuovi, un confronto con prospettive sconvolgenti, un’immersione nelle teorie più argute, avventurose e geniali del sapere contemporaneo, spiegate al lettore senza indulgere in tecnicismi e con grande affabilità, quasi come in un romanzo di formazione.
Perché il mondo esiste? chiama in causa Dio, il Big Bang, la fisica classica e quantistica e altri cardini del pensiero scientifico e filosofico contemporaneo, ma il filo conduttore rimane la curiosità: la curiosità instancabile, la lungimiranza e l’ingegno di una specie come la nostra, che da millenni non è mai stanca di porsi domande su se stessa e sul mondo in cui vive.

Speciale sull'autore

Jim Holt
saggista, filosofo e giornalista statunitense, collabora con “The New York Times”, “The New York Review of Books”, “The American Scholar” e “Slate”, oltre a essere da molti anni una firma di punta del “New Yorker”, per cui scrive di argomenti disparati, dalla filosofia alla teoria delle stringhe, dalla fisica einsteiniana alle barzellette. Il suo ultimo libro è Stop Me If You’ve Heard This: A History and Philosophy of Jokes (New York-London, 2008), pubblicato in Italia con il titolo Piccola storia e filosofia della battuta di spirito (Milano, 2009).